Red Star Press

Via Lorenzo Bonincontri 41
Roma RM 00147 Italia

Tel. 0689876141


Distribuzione nazionale in libreria

A.L.I. Agenzia Libraria International s.r.l.
Via Milano 73/75 – 20010 Cornaredo (MI)
www.alilibri.it
Tel. 02 99.76.24.30-31-32 fax 02 36.54.81.88 e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Circoli, botteghe commercio equo e solidale, negozi di dischi, festival

DIEST DISTRIBUZIONI
Via Cognetti De Martiis 39A – 10149 Torino
www.diestlibri.com

 

Fumetterie

MANICOMIX DISTRIBUZIONE
Via IV Novembre 14 - 25010 San Zeno Naviglio (Brescia)
www.manicomixdistribuzione.it
Telefono: 0302106970 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Centri sociali, infoshop e distro indipendenti

Direttamente presso l'editore, vedi la scheda dal link contattaci.

 

Libro Red Star Press

SPIRIT OF ’69 - George Marshall

La bibbia Skinhead

A cura di Flavio Frezza


«Esistono tre generi di bugie: le bugie, le dannate bugie e le bugie sugli skinhead» (George Marshall)


A tanti anni dalla prima edizione, andata in stampa nel 1991, e dalla riedizione del 1994, Spirit of ’69 – A Skinhead Bible continua a essere il testo più esauriente e attendibile sulla storia della sottocultura skinhead, considerata in tutte le sue incarnazioni stilistiche, musicali e politiche. Redatto da un protagonista della scena, in grado di affrontare l’argomento in modo obbiettivo e documentato, Spirit of ’69 rievoca la storia skinhead a partire dalla sua emersione dall’ala dura del modernismo, nella seconda metà degli anni ’60, passando per le contaminazioni di matrice ska, reggae e soul e, nel corso degli anni ’70, per la politicizzazione – sia a destra che, per riflesso, a sinistra – di alcuni suoi ambiti, che poi proseguì negli anni ’80 con la scena white power da un lato, e quella più tradizionalista, e talvolta apertamente di sinistra, dall’altro.

Qualsiasi opinione si abbia del libro – che è stato criticato da alcuni, e adottato come una vera e propria “Bibbia” da altri – è difficile mettere in discussione la sua rilevanza, tanto che negli anni è stato tradotto in francese, portoghese, polacco, tedesco e ora, finalmente, anche in italiano.

George Marshall - Nato a Glasgow intorno alla metà degli anni ’60, si avvicina da giovane alla sottocultura skinhead e ai generi musicali a questa associati, di cui si è occupato anche come scrittore, dapprima tramite le fanzine Spy Kids e Zoot!, e poi con la rivista Skinhead Times e con la casa editrice S.T. Publishing. Tra i suoi libri vanno citati, oltre a Spirit of ’69 – A Skinhead Bible (1991), almeno il lavoro di debutto The Two Tone Story (1990) e il seguito di Spirit of ’69, ovvero Skinhead Nation (1996), nessuno dei quali è stato finora pubblicato in Italia.


Hellnation Libri
Formato: 15x22 brossurato con bandelle e illustrazioni originali in b/n
256 pp
22 euro

ACQUISTALO

 

 

Libro Red Star Press

CANI DA RAPINA – Luca Moretti

STORIA CRIMINALE DI OSTIA E DELLA SUBURRA ROMANA

«Non rallentava la corsa, attraverso le rive melmose, la Città Antica e l’Isola Sacra: il Fiume portava in quel delta tutti i cattivi pensieri, le morti, gli amori e la fame di Roma».

Nel cuore della più profonda tra le periferie romane, tra rave illegali e risse da stadio, un gruppo di giovani sbandati incappa nel ritrovamento di un grosso quantitativo di cocaina. Il denaro che potrebbero ricavarne è il loro primo pensiero... prima di scoprirsi proiettati in un affare più grande, dove i boss della banda della Magliana incarnano un passato di violenza rabbiosa e i clan emergenti offrono le uniche prospettive di riscatto: sopraffazioni pronte a tornare in gioco lungo la strada che, dai palazzoni della borgata, arriva fino alla cupola del grande spaccio internazionale.
Dopo Il Canaro. Magliana 1988: storia di una vendetta, Luca Moretti torna in libreria con il romanzo dedicato alla periferia in cui vive e scrive. Un romanzo senza censure, una testimonianza nuda e cruda di un mondo in cui l’amore si paga in contanti e dove il valore delle cose e delle persone si misura in grammi di droga.


LUCA MORETTI: Scrive e vive a Ostia. Fondatore della rivista letteraria «TerraNullius» e del collettivo Territorio Narrante, ha pubblicato i romanzi Il senso del piombo (2011), Il canaro (2018) e sceneggiato il graphic novel Non mi uccise la morte (2010).

Collana: Tutte le strade
Pagine: 128
Formato: 15x21 brossurato con bandelle 
Isbn: 9788867182176

Prezzo: 13.00 EUR

ACQUISTALO

 

 

Libro Red Star Press

SIBERIA – Federico Guglielmi

Storia illustrata del capolavoro dei Diaframma

Ci sono dischi che hanno cambiato la storia, e se parliamo di quella lunga onda che dal post-punk degli anni Ottanta arriva fino all’indie dei giorni nostri, Siberia – l’iconico e mitizzato primo LP dei Diaframma - fa senza dubbio parte della categoria. Amato, ascoltato fino a consumarlo, citato e oggetto di infiniti tentativi di imitazione, Siberia non solo contiene la canzone-simbolo del gruppo fondato e guidato da Federico Fiumani ma, come tutti i classici, è un album che rinnova il suo messaggio a ogni ascolto e, indifferente ai mutamenti stilistici e dei gusti, si consegna sempre nuovo a ogni generazione di appassionati. Federico Guglielmi, uno di quelli che hanno avuto la fortuna di viverlo in diretta, ha dedicato a Siberia il tributo di una storia illustrata, raccontando nei dettagli la genesi e le fortune mai venute meno di un lavoro che continua a imporsi come un punto fermo nella storia della musica italiana “alta”.

FEDERICO GUGLIELMI – Con oltre quarant’anni di carriera come giornalista per decine di riviste e come conduttore radiofonico alla RAI, ha raccontato le gesta di generazioni di musicisti italiani e stranieri. Tra i suoi numerosi libri, saggi su punk, hardcore e new wave, elenchi commentati di dischi fondamentali e biografie ufficiali o autorizzate di Manuel Agnelli, Baustelle, Litfiba e Carmen Consoli.

HELLNATION LIBRI
Pagine: 100
Formato: 19x19 cartonato a colori 
Isbn: 9788867182220
Prezzo: 20 euro

ACQUISTALO

 

 

Libro Red Star Press

ALLE ORIGINI DEI GAP - Stéphane Courtois, Denis Peschanski, Adam Rayski, Boris Holban

Ftp-Moi: gli immigrati comunisti nella resistenza francese (a cura del Centro di documentazione Wacatanca)

A cavallo fra le due guerre mondiali la Francia diventa terra d'immigrazione. Centinaia di migliaia fra italiani, polacchi, spagnoli, rumeni, cechi, slovacchi, bulgari, ungheresi e jugoslavi scelgono il Paese transalpino come rifugio. L'eco della Rivoluzione e della Comune di Parigi, insieme alla tradizione integrazionista della Francia, contribuiscono a favorire l'afflusso, ma ovviamente sono le opportunità di lavoro nelle fabbriche a determinare l'esodo imponente. Il Partito comunista francese decide già sul finire degli anni Venti di organizzare questa massa di diseredati. Crea a questo scopo prima la MOE e poi la MOI, due organizzazioni autonome ma interne al partito che devono organizzare per nazionalità i nuovi venuti. L'obiettivo è sindacalizzare gli immigrati, offrire loro sostegno culturale e materiale ma, soprattutto, creare una base di massa per il PCF, che in quel periodo attraversa una profonda crisi. Il lavoro minuzioso paga: molti degli immigrati ingrossano le fila del Partito e si organizzano sotto la sua egida. Allo scoppio della seconda guerra mondiale, questi organismi collaudati forniscono le prime leve alla lotta partigiana. Sono loro i primi a prendere le armi, soprattutto nelle città, dove l'occupazione nazifascista è feroce e la Resistenza fatica a esprimere tutto il suo potenziale. Già nel 1941 arrivano le prime azioni: deragliamenti, espropri e omicidi mirati sono all'ordine del giorno. Una storia dimenticata, ricostruita fra testimonianze dirette e documenti d'archivio, del primo movimento clandestino di resistenza armata composto esclusivamente da immigrati comunisti che per primi, senza attendismi e imboscamenti, si sono gettati in una lotta senza quartiere contro il nazifascismo.

IL COFANETTO COMPRENDE:

Boris Holban, Ai miei compagni. La vera storia della “manodopera immigrata” nella resistenza francese raccontata dal capo militare degli Ftp-Moi di Parigi

Stéphane Courtois, Denis Peschanski, Adam Rayski, Il sangue dello straniero. Storia degli Ftp-Moi: la “manodopera immigrata” dei partigiani francesi

Centro di documentazione Wacatanca, Ftp-Moi: il ruolo dei comunisti nella resistenza europea. Introduzione a una storia rimossa

Collana: Unaltrastoria
Pagine: 750
Formato: 3 vol. brossurati raccolti in cofanetto 
Isbn: 9788867181643
Prezzo: 39 euro

ACQUISTALO

 

 

UNA DONNA CHIAMATA RIVOLUZIONE – Sergio Dalmasso


Vita e opere di Rosa Luxemburg

Libro Red Star Press


Malgrado le sue opere siano tra i classici fondamentali del marxismo e la sua vita un esempio di coerenza e coraggio impossibile da mettere in discussione, i libri di Rosa Luxemburg restano misconosciuti e la sua eredità a dir poco problematica. Ma chi era Rosa Luxemburg? Quali furono i luoghi in cui avvenne la sua formazione giovanile, quali le temperie culturali che agitarono il suo tempo, chi i suoi inseparabili compagni di strada e chi, al contrario, i suoi principali avversari politici?
In modo agile e documentato, Sergio Dalmasso ricostruisce con la mente e con il cuore la storia di Rosa Luxemburg, la sua inesauribile battaglia contro il riformismo e la sua inesorabile opposizione al processo di burocratizzazione a cui nessuno struttura può dirsi immune. Allo stesso modo, nelle pagine del libro, scorre l’epopea della Lega di Spartaco e concorrono al racconto personaggi fondamentali, da Karl Liebknect a Leo Jogiches, da Clara Zetkin a Franz Mehring. Insieme a loro, ecco il dissenso da Lenin sulla questione del partito e dell’organizzazione, la lotta contro la guerra e l’opposizione al cedimento della socialdemocrazia tedesca ed europea, gli anni del carcere, la tragica sconfitta del tentativo rivoluzionario e, infine, l’assassinio del gennaio 1919: una perdita di portata epocale per tutta la storia futura del movimento operaio.


SERGIO DALMASSO: Nato a Boves, in provincia di Cuneo, nel 1948, è impegnato in politica fin dai tempi della scuola superiore e del Movimento Studentesco. Militante del Pdup e, in seguito, di Democrazia Proletaria, è stato segretario provinciale di Rifondazione Comunista dal 1991 al 1995 e dal 2003 al 2005. Parallelamente, come presidente del CIPES di Cuneo, porta avanti un’intensa attività di studio e divulgazione della storia e della cultura del movimento operaio. Tra le sue pubblicazioni, per Red Star Press, il volume Lelio Basso. La ragione militante: vita e opere di un socialista eretico (2017).

Collana: Unaltrastoria
Pagine: 262
Formato: 13x20 brossurato con bandelle 
Isbn: 9788867182152
Prezzo: 12 euro

ACQUISTALO

 

 

SALAM e i bambini che volevano giocare – Gianluca Staderini

Una storia palestinese per bambini e bambine

Libro Red Star Press

Dalla finestra di casa sua vedeva un bel giardino, con un magnifico albero di olivo. Così andavano le cose finché degli uomini con i fucili non arrivarono per costruire un enorme muro grigio. Da quel momento in poi nessun gioco sarebbe stato possibile, nessun bambino e nessuna bambina avrebbe più potuto rincorrersi o lanciare la palla nel posto in cui erano nati. Questo, almeno, era quello che credevano gli uomini con i fucili ma… avete mai provato a fare stare fermo un bambino o una bambina? Nemmeno tutti i fucili del mondo possono riuscirci! Accade così che quell’enorme muro inizia a sgretolarsi. E se Salam e i suoi amichetti riguadagneranno uno spazio in cui giocare, sarà il mondo intero a gioire per una nuova stagione di pace.


GIANLUCA STADERINI: Grafico e illustratore, vive a Roma, città da dove, nei primi anni 2000, è partito per cercare di conoscere da vicino ciò che accade in Palestina. Questo libro è il frutto dei suoi viaggi.


Collana: Red Star Kidz
Pagine: 30
Formato: 17x24 cartonato a colori 
Isbn: 9788867182145
Prezzo: 14 euro

ACQUISTALO

 

 

IL CARMINE RIBELLE – Marco Ugolini

Storia dell’antifascismo nei quartieri popolari del centro storico di Bresica, dal “biennio rosso” alla Resistenza

Libro Red Star Press


«L’attenzione (di questo libro) si rivolge principalmente al cosiddetto “antifascismo nella realtà viva del paese” che, anche nei momenti più bui della dittatura, si radica e si concreta anche in forme spontanee e non organizzate nelle fabbriche, nei piccoli centri abitati e nei quartieri che spesso diventano una sorta di termometro dell’insofferenza popolare nei confronti del regime, oltre che un laboratorio per l’attività clandestina cospirativa che sfocerà nella lotta armata in città e in montagna».

Nel corso dei secoli, le strade del Carmine, si sono guadagnate una fama difficile da distinguere da quella che è l’identità del centro cittadino di Brescia. Quartiere operaio e ribelle, covo di sovversivi e, al tempo stesso, zona malfamata e degradata: così le cronache liberali hanno sempre descritto la zona, dando corpo a non pochi miti, numerose leggende e altrettanti stereotipi da sfatare. Con rigore e passione, Marco Ugolini ha percorso le vie protagoniste di questo libro così come sono state vissute e amate dai suoi abitanti nel corso dei secoli, concentrandosi sugli anni in cui la conflittualità sociale ha raggiunto il suo apice, vale a dire il periodo compreso tra il “biennio rosso” e la Resistenza. Il risultato è una narrazione in cui il Carmine riesce finalmente a parlare in prima persona, dando spazio a figure eccezionali di bresciani niente affatto disposti a cedere il passo all’espansione fascista ma anche a volontà speculative forse insospettabili, alla base della cattiva reputazione associata con poca buona fede al quartiere. Una storia corale, drammatica, a tratti epica ma sempre realistica di una parte della città in cui l’antifascismo è stato più di una bandiera, la lotta di classe un valore condiviso da molti e il ribellismo sociale una conseguenza quasi naturale rispetto alle condizioni di lavoro e di vita.


MARCO UGOLINI: nato a Brescia nel 1980, è laureato in Storia presso l’Università degli Studi di Milano. Collabora con l’associazione culturale Anteo e ha preso parte ai progetti di ricerca Noi Sfileremo in silenzio. I lavoratori a difesa della democrazia dopo la strage di piazza della Loggia; I lavoratori, tutti alzarono la mano e Vengano un po' dove falciamo noi… Vite, storie e lotte dei lavoratori dell’agroindustria a Brescia dagli inizi del Novecento a oggi.

Collana: Unaltrastoria
Pagine: 262
Formato: 13x20 brossurato con bandelle 
Isbn: 9788867182169
Prezzo: 20 euro

ACQUISTALO

 

 

STRIKERS – Alessandro Colombini


Storie di calcio e di guerra nell’Irlanda del Nord di George Best e Bobby Sands

Scritti introduttivi di Francesco Berlingieri e Marco Petroni. Postfazione di Gianni Galleri

Libro Red Star Press


Altrove le foglie degli alberi cadono quando arriva l’autunno. Ma non in Irlanda, dove ogni singola foglia caduta da qualsiasi albero può raccontare la storia dei missili Sam dell’IRA o delle bombe dell’UVF. Per questa ragione, qui più che altrove, anche il gioco popolare per eccellenza, il calcio, costruisce i suoi rituali attraverso una complessa grammatica politica e un senso di appartenenza dalle radici quanto mai profonde. Basta pensare alla storia di Liam Coyle, leggendaria bandiera del Derry, accusato di essere membro della Provisional Irish Republican Army nel corso della sfida tra Irlanda del Nord e Cile. O fare riferimento a George Best, nativo di Belfast nonché tra i più grandi calciatori di tutti i tempi, minacciato di morte dall’IRA sulla scia del sospetto che potesse aver finanziato gli unionisti. Per questa ragione è impossibile, per parlare di calcio in Irlanda del Nord, evitare anche di parlare della guerra che da generazioni infuria sull’isola, né è consentito, commentando le gesta di una squadra o l’andamento di una partita, evitare di cimentarsi con la storia, di spiegare la resistenza all’oppressione coloniale nel cuore dell’Europa e di fare riferimento alle lotte che dilagano tanto nelle strade quanto nei campi di pallone.

ALESSANDRO COLOMBINI: Nato a Pisa nel 1996, vive a Livorno. Studia storia contemporanea dopo aver conseguito la maturità con una tesina sul goal di Sparwasser contro la Germania Ovest. È tra i fondatori del blog politico-calcistico Minutosettantotto.it.

HELLNATION
Pagine: 128
Formato: 13x20 brossurato con bandelle 
Isbn: 9788867182053
Prezzo: 12 euro

ACQUISTALO

 

 

NON PER ODIO MA PER AMORE – Paola Staccioli, Haidi Gaggio Giuliani

Storie di donne internazionaliste

Prefazione di Silvia Baraldini

Libro Red Star Press

«Le storie ricordate nel libro, nella loro diversità, fanno parte di quell’unico canto corale di chi nel mondo si batte per una società più giusta. E che per amore combatte. Per la rivoluzione, per la libertà. Un amore che vola ancora più alto di quello per un altro essere umano. Per questo amore le donne narrate nel libro hanno perso la vita»

«“Non per odio ma per amore” è un libro passionale. Le parole schizzano dalle pagine rivelando così l’urgenza delle due autrici di raccontare queste vicende, di condividere con i lettori la ricostruzione dei fatti, di rivivere i legami di amicizia e di affetto che le hanno unite ad alcune di loro. Di comprendere attraverso le loro storie i movimenti che hanno attraversato e, in qualche modo, segnato la vita politica della nostra gioventù. Leggere questo volume ci ricorda che in tempi non lontani abbiamo vissuto «situazioni in cui ai più puri tutto appare in bianco e nero». Questa certezza, questa mancanza di dubbi, questa assenza di relativismo è una qualità che contraddistingue un combattente. Una valutazione che questi racconti vogliono amplificare, creando una tela composta da molti elementi: una prolungata militanza politica, l’identificazione con il processo rivoluzionario, la necessità di esprimere in prima persona l’opposizione a regimi totalitari. E infine, trattandosi di donne, la necessità di partecipare al di là di ogni limite imposto dal proprio genere» (dalla prefazione di Silvia Baraldini).

PAOLA STACCIOLI: Nata a Roma nel 1958, ha sviluppato una proposta di scritture militanti per narrare i movimenti popolari e di opposizione dal dopoguerra a oggi. Nell’ambito di questo progetto ha ideato e curato quattro volumi collettivi sull’antifascismo, le lotte e i manifestanti uccisi nelle piazze, dagli anni Settanta a Carlo Giuliani. Le sue ultime pubblicazioni: per DeriveApprodi, Sebben che siamo donne. Storie di rivoluzionarie (con un contributo di Silvia Baraldini, 2015); per la Red Star Press, Con ogni mezzo necessario. Militanti dei percorsi rivoluzionari in Italia dalla fine degli anni Ottanta a oggi (con Alfredo Davanzo, 2018) e Fuoco!, una raccolta di scritti edita in collaborazione con la Fondazione “La rossa primavera”, che l’autrice ha contribuito a creare nel 2017 con l’obiettivo di difendere e realizzare sinergie tra la memoria e il presente delle lotte di classe. www.paolastaccioli.it

HAIDI GAGGIO GIULIANI: Nata a Sant’Ambrogio di Valpolicella (Verona) nel 1944, durante la guerra, diventa insegnante elementare a Milano e partecipa alle lotte per la scuola degli anni Sessanta. Nel 2001, quando suo figlio Carlo viene assassinato dalle forze dell’ordine durante le proteste al G8 di Genova, diventa suo malgrado un personaggio pubblico. Nel tentativo di seguire da vicino una commissione d’inchiesta sui fatti del G8, che verrà bocciata alla Camera, diventa per un breve periodo senatrice della Repubblica Italiana. Cofondatrice dell’Osservatorio sulla Repressione, ha scritto con Giuliano Giuliani e Antonella Marrone il libro Un anno senza Carlo (2002) e con Marco Rovelli Con il nome di mio figlio (2009).

Collana: Tutte le strade
Pagine: 200
Formato: 13x20 brossurato con bandelle
Isbn: 9788867181896
Prezzo: 16 euro

ACQUISTALO

 

 

LETTERE DALLA CATALOGNA – Riccardo Casentini, Giovanni Castagno, Marco Laurenzano, Giuseppe Ponzio

«L’auspicio è che si possano avviare delle discussioni […] che investono il nostro essere – in un quadro internazionale così complesso e di fronte a contraddizioni così urgenti – di sinistra, progressisti, antagonisti, libertari, comunisti e che ci interrogano su cosa possa veramente significare identificarsi e sentirsi parte di un grande progetto di trasformazione della società e per quali conflitti, lotte e battaglie possa passare».

Libro Red Star Press

Cosa sta succedendo davvero a Barcellona? Cosa sta spingendo le masse a scendere in strada, a occupare le piazze e a sfidare una dura repressione pur di ottenere l’indipendenza dallo stato spagnolo? Si tratta davvero, come alcuni osservatori sembrano suggerire, di un fenomeno di puro “egoismo” promosso dalle élite borghesi catalane, ansiose di liberarsi dal giogo economico di Madrid? O non c’è piuttosto, dietro le imponenti mobilitazioni, il desiderio di un cambiamento reale che, a partire dal riconoscimento della lingua, della cultura e della storia catalana, imposta un discorso capace di coniugare indipendenza e giustizia sociale? Dov’è, insomma, il punto in cui il discorso sull’indipendentismo lascia spazio al più ambizioso obbiettivo della rivoluzione? Senza avere risposte precostituite, “Lettere dalla Catalogna” affronta la montante effervescenza catalana cimentandosi con le sue contraddizioni, ma dando spazio alla viva voce dei militanti di un ciclo di lotte capace di toccare punte altissime di partecipazione popolare e di mettere in crisi il discorso sull’“ordine” portato avanti non soltanto dallo stato spagnolo ma da tutte le istituzioni politiche ed economiche europee.

RICCARDO CASENTINI Vive e lavora da molti anni a Barcellona, nel quartiere della Floresta. Collabora con collettivi e gruppi di resistenza al capitalismo neoliberista e aderisce al progetto della Cooperativa Integrale Catalana e della sua moneta sociale.

GIOVANNI CASTAGNO Insegna in una scuola dell'infanzia a Roma e si occupa di pedagogia. Ha partecipato ai primi movimenti di resistenza alla globalizzazione neoliberista e anche ora, nonostante quel ciclo di lotte sia ormai lontano, continua a dare il suo contributo a fianco dei popoli oppressi e delle comunità locali.

MARCO LAURENZANO Storico, è redattore dell’emittente Radio Onda Rossa, dove conduce da anni Radio Euskadi. Autore del volume Paese Basco e libertà (Red Star Press, 2012 e 2018), ha tradotto e curato, tra le altre cose, le edizioni italiane dei libri Operazione Ogro. Come e perché abbiamo ucciso Carrero Blanco (Red Star Press, 2013) e Città in vendita (Red Star Press, 2017). Per la Red Star Press cura la collana Barrio Chino, dedicata ai temi della sociologia urbana e della geografia sociale.

GIUSEPPE PONZIO Nativo di Taranto ma residente da anni a Valencia, militante di base della CUP dopo una lunga esperienza nei movimenti sociali italiani. Collabora con la rivista «La Directa» ed è attivo nel Centre Social Bar Terra nel quartiere di Benimaclet, a Valencia.

Collana: Unaltrastoria
Pagine: 120
Formato: 13x20 brossurato con bandelle
Isbn: 9788867182046
Prezzo: 12 euro

ACQUISTALO

 

 

UN’UTOPIA CONCRETA – Lower Class Magazine

Le montagne del Kurdistan e la rivoluzione in Rojava: un diario di viaggio.

Prefazione di Anja Flach
Edizione italiana a cura di Rete Kurdistan

Libro Red Star Press

«La rivoluzione in Kurdistan è importante per tutto il mondo perché mostra un’alternativa al capitalismo. Il suo significato è universale. Le curde e i curdi lottano, ma non è una lotta solo curda. È la nostra comune lotta per la pace e la democrazia».

Nel nord della Siria, nel mezzo di una delle guerre più crudeli dei nostri tempi, centinaia di migliaia di persone stanno conquistando, insieme a istituzioni basate sulla democrazia consigliare e la parità tra uomo e donna, meccanismi di convivenza pacifica tra tutte le etnie e gli orientamenti religiosi del Medio Oriente.
Nella primavera del 2017 alcuni redattori di «Lower Class Magazine» hanno viaggiato dalla Germania al Kurdistan e, dopo un soggiorno nella zona montuosa sul confine turco-irakeno, sono entrati nelle pianure del Rojava per mettersi a disposizione della rivoluzione in corso e, soprattutto, per imparare da questa esperienza straordinaria. Così, vivendo sulle montagne insieme alla guerriglia, sperimentando in prima persona il funzionamento del confederalismo democratico nella Siria del Nord, costruendo case e pascolando pecore, indagando sulla provenienza delle armi europee usate contro la popolazione civile e combattendo a Raqqa contro lo Stato Islamico, ha preso corpo questo libro: un diario di viaggio che entra nel vivo dei profondi cambiamenti in corso e che mostra in presa diretta come la Rivoluzione del Rojava stia salutando l’avvento di un’utopia concreta.

LOWER CLASS MAGAZINE - In rete dal 2013, Lowerclassmag.com è un punto di riferimento per la controinformazione europea, in modo particolare per quanto riguarda l’analisi degli avvenimenti in corso – che si tratti di Germania, Colombia, Turchia, Ucraina o Siria – seguiti sempre grazie alla presenza di corrispondenti sul campo e alla rigorosa verifica delle fonti.

Collana: Unaltrastoria
Pagine: 220
Prezzo: 16 euro
Formato: 13x20 brossurato con bandelle
Isbn: 9788867182039

ACQUISTALO