Catalogo

GIORNI DI FUOCO - Silvio Micheli (Code: )

Rating:
GIORNI DI FUOCO - Silvio Micheli
zoom Zoom image

GIORNI DI FUOCO - Silvio Micheli

Le grandi battaglie della Resistenza

«Erano quasi tutti operai e contadini, abitanti di quelle vallate. Avevano parlato spesso e a lungo di patria, libertà e comunismo. Ma nessuno aveva bisogno di miti e gli evviva da gridare erano morti nel fondo del loro cuore dal giorno che avevano impugnato quell’arma contro il nemico del popolo. E loro erano popolo dal primo all’ultimo. e popolo erano gl’intellettuali e gli studenti e tanti altri ragazzi che da venti mesi vivevano sparando insieme a loro. Perché avevano capito la realtà e il modo di cambiarla. Anche per questo si guardavano fiduciosi, marciando in silenzio».

Che si sia combattuta tra gli impervi sentieri di montagna o nelle insidiose vie delle città, la guerra di Liberazione seppe scrivere pagine di acceso eroismo arrivando a sfidare il nemico in campo aperto e sostenendo battaglie condotte da partigiani inquadrati in reparti regolari, che operavano in base a piani coordinati da Comandi in grado di concepire e portare a termine manovre a largo raggio. Fu così che nei momenti decisivi del conflitto i partigiani riuscirono a sferrare alle truppe nazifasciste
colpi particolarmente duri, liberando parti importanti del territorio italiano ben prima dell’arrivo degli Alleati.
Con la penna del grande scrittore e l’accuratezza dello storico, Silvio Micheli raccoglie le testimonianze dei partigiani e racconta le loro imprese: dalla liberazione di Cuneo alla lotta per salvare dalla distruzione il porto di Genova, dalla battaglia di Montefiorino alla guerra partigiana in Friuli e in Romagna, dalle gesta della «pattuglia fantasma» a quelle del «Battaglione Stalin» e molto altro ancora. Giorni di fuoco è un libro scritto tra il crepitare delle mitragliatrici e i colpi sordi dei mortai, un resoconto in presa diretta delle tante, eroiche, e spesso sconosciute imprese, che consentirono ai partigiani di concludere vittoriosamente la loro lotta per la giustizia e la libertà.

SILVIO MICHELI - Nato a Viareggio nel 1911, abbandona il suo lavoro di disegnatore industriale per abbracciare la lotta partigiana nel 1944, un’esperienza fondamentale per la redazione di Giorni di fuoco, il libro in cui l’autore mette la sua ispirazione neorealista al servizio della narrazione delle grandi battaglie della Resistenza. Fondatore della rivista letteraria «Darsena nuova» e protagonista della vita culturale italiana del dopoguerra, Micheli vinse il premio Viareggio nel 1946 con il romanzo Pane duro, presto tradotto anche in Unione Sovietica, Polonia, Cecoslovacchia e Romania, dando vita, come ricordarono Cesare Pavese e Italo Calvino, a una nuova letteratura della fabbrica e del lavoro. Molto noto grazie a un ciclo di opere dedicate al mare e alle imprese dei palombari viareggini, da L’Artiglio ha confessato (1960) a Capitani dell’ultima vela (1972), viene ricordato, oltre che in virtù del grande talento letterario, anche per la coerenza del suo impegno politico e civile.

Collana: Tutte le strade
Pagine: 272
Formato: 13x20 brossurato con bandelle
Isbn: 9788867180769

Price: 19.00 EUR
Quantity: 
Comments
Copyright MAXXmarketing Webdesigner GmbH

- Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua navigazione. Per saperne di più e capire anche come non utilizzarli vedi le informazioni nella nostra Cookie e privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information